Anno accademico 2007/2008 - lauree specialistiche

[ELENCO COMPLETO]
  1. Istituzioni di fisica matematica 2.
  2. Istituzioni di geometria superiore 1.
  3. Istituzioni di geometria superiore 2.
  4. Limnologia fisica.
  5. Logica matematica.
  6. Matematiche complementari 1.
  7. Matematiche complementari 2.
  8. Meccanica statistica.
  9. Metodi della fisica teorica.
  10. Metodi di approssimazione.
  11. Metodi sperimentali della fisica moderna 1.
  12. Metodi sperimentali della fisica moderna 2.
  13. Micrometeorologia.
  14. Relatività.
  15. Spettroscopia.
  16. Storia delle matematiche 1.
  17. Storia delle matematiche 2.

27. Metodi della fisica teorica

prof. Giuseppe Nardelli


OBIETTIVO DEL CORSO
L’obiettivo principale del corso è quello di fornire agli studenti mezzi e tecniche
computazionali necessarie per comprendere la teoria delle distribuzioni. Particolare
attenzione è rivolta allo studio delle soluzioni fondamentali dei principali operatori
differenziali che intervengono nella fisica.

PROGRAMMA DEL CORSO
Sviluppi in serie di Fourier, serie trigonometriche.
Trasformata di Fourier in S.
Distribuzioni temperate: principali proprietà, distribuzioni notevoli,
Parte Principale e formule di Sokocky, equazioni algebriche e differenziali, convoluzione.
Trasformate di Fourier di distribuzioni notevoli.
Soluzioni fondamentali dell’operatore di Laplace, del calore, di Schroedinger, di d’Alembert
in varie dimensioni.
Cenni alla teoria dei gruppi. Rappresentazioni irriducibili e unitarie.

BIBLIOGRAFIA
i.m. gel’fand and g.e.shilov, Generalized Functions vol.1, Academic Press, 1964.
s. hassani, Mathematical Physics, Sprinter, 1999.
s.v. vladimirov, Le distribuzioni nella fisica matematica, MIR, 1980.
g. cosenza, Metodi Matematici per la Fisica, Bollati Boringhieri, 2004.

DIDATTICA DEL CORSO
Lezioni in aula.

METODO DI VALUTAZIONE
Esame orale.

AVVERTENZE
Il prof. Giuseppe Nardelli riceve gli studenti il giovedì dalle ore 13.30 alle ore 14.30.




[ Facoltà di Scienze ]