Anno accademico 2007/2008 - lauree triennali

[ELENCO COMPLETO]
  1. Metodi computazionali della fisica.
  2. Metodi e modelli matematici per le applicazioni.
  3. Metodi matematici della fisica 1.
  4. Metodi matematici della fisica 2.
  5. Misure elettriche.
  6. Modelli matematici per l’ambiente.
  7. Ottica coerente.
  8. Progettazione di siti e applicazioni internet.
  9. Ricerca operativa 1.
  10. Ricerca operativa 2.
  11. Sicurezza dei sistemi informativi.
  12. Sistemi informativi aziendali.
  13. Sistemi informativi territoriali.
  14. Sistemi operativi 1.
  15. Sistemi operativi 2.
  16. Statistica matematica 1.
  17. Statistica matematica 2.

76. Ricerca operativa 1

prof. Lorenzo Schiavina


OBIETTIVO DEL CORSO
Alla fine del corso gli studenti dovrebbero raggiungere due obiettivi: comprendere la logica
e le metodologie generali della ricerca operativa ed essere in grado di trattare specifici
problemi relativi alla creazione di sistemi esperti utilizzando l’approccio neuro-fuzzy, di
cui dovrebbero avere raggiunto una conoscenza di medio approfondimento.

PROGRAMMA DEL CORSO

-   L’approccio della R.O. alla soluzione dei problemi.
-   Obiettivi e metodologia della R.O.
-   Il ciclo di sviluppo dei modelli di R.O.
-   Introduzione a modelli specifici di R.O.
-   Utilizzo della R.O. per applicazioni informatiche “intelligenti”: i sistemi esperti.
-   Approccio neuro-fuzzy ai sistemi esperti.
-   Reti neurali.
-   Teoria dei fuzzy sets.
-   Sistemi fuzzy come forma particolare di rete neurale.
-   L’algoritmo di Wang-Mendel.

BIBLIOGRAFIA
Dispense di Ricerca Operativa.
l. schiavina, Metodi e strumenti per la modellizzazione aziendale. Come gestire il problem solving e il decision
making, Franco Angeli
b. KosKo, Fuzzy thinking, Hyperion.
r.c. berKan – s.l. trubatch, Fuzzy systems design principles, IEEE Press.

DIDATTICA DEL CORSO
Il corso sarà composto sia da lezioni teoriche sia da utilizzo di strumenti software in grado di
permettere la generazione di sistemi esperti neuro-fuzzy.

METODO DI VALUTAZIONE
L’esame sarà composto da due parti: una parte orale, volta a valutare la comprensione totale
dell’argomento; una parte scritta che sarà costituita dallo sviluppo di un piccolo sistema esperto: lo



sviluppo verrà svolto da piccoli gruppi (massimo 4 studenti) e saranno valutati sia l’argomento trattato
che la sua presentazione svolta mediante strumenti software standard (es.: Power Point).

AVVERTENZE
È considerata propedeutica ed essenziale la capacità di utilizzo di PC.
Il Prof. Lorenzo Schiavina riceve gli studenti come da avviso esposto all’albo.



[ Facoltà di Scienze ]